Ritorna

Condividi  

Il progetto pedagogico in una colonia
Per riflettere
Animatore, Colonia, Per riflettere, Progetto pedagogico

La mancanza di un progetto pedagogico è la fonte dei maggiori fraintesi che si incontrano durante una esperienza di colonia o soggiorno di vacanza per bambino e/o adolescenti.

 

La sua assenza crea malintesi, equivoci, noncuranza, apatia e soprattutto contraddizioni nelle azioni e nella conduzione della colonia, dai suoi aspetti più generali a quelli più particolari.

 

Quindi, la mancanza di un progetto pedagogico elaborato e negoziato collettivamente da tutti i partecipanti alla colonia può essere la maggiore difficoltà in cui va incontro il personale di un turno di colonia.

 

Preparazione del personale educativo

 

Solitamente un'équipe di monitori di colonia ha la possibilità di incontrarsi una volta sola, o poche volte prima dell'inizio del periodo di vacanza. Di conseguenza, i vari monitori che dovrebbero contribuire a formare un gruppo compatto ed unito, un'équipe di colonia, non si conoscono (o si conoscono molto poco), ed oltre a ciò potrebbero essere alla loro prima esperienza in campo educativo.

 

Benché i problemi che l'organizzazione di un turno di colonia presenta, vadano affrontati immediatamente, il personale educativo che si dovrebbe assumere questa responsabilità (creare le condizioni all'interno delle quali il turno possa iniziarsi e svolgersi nel migliore dei modi possibili, tenendo conto di tutte le variabili che in tale organizzazione possono intervenire) non è, in buona sostanza, preparato a farlo: di conseguenza ci si ritrova ad avventurarsi all'interno di un "itinerario didattico", la meta del quale risulta a pochi (o non risulta a nessuno) chiara.

 

Formazione del personale educativo

 

La formazione dei monitori di colonia e del personale assunto dall'ente organizzatore deve quindi avvenire prima che il turno di colonia inizi.

 

Sono a questo punto più che auspicabili (per non dire necessarie) riunioni di incontro, di conoscenza, di pianificazione di obiettivi, di lavoro "pratico", ecc.: in buona sostanza è necessario istituire una sorta di "momento" di pre-colonia.

 

La qualità della formazione di un'équipe di colonia si ripercuote sul terreno stesso della colonia. Le difficoltà provenienti da una "insufficiente" formazione, sono in massima parte dovute a mancanza di tempo per pianificare, per operare direttamente in chiave organizzativa.

 

Tale mancanza di tempo conduce (o, quantomeno, potrebbe condurre) ad un lavoro di organizzazione-attuazione dei contenuti della colonia non impiantato su solide basi; il malinteso che ne deriva è quello - classico - del progetto pedagogico della colonia confuso con il programma di colonia (i contenuti per la struttura).

 

Progetto-programma

 

Questi due "concetti" sono da tenere ben distinti in fase di preparazione di un turno di colonia: "Una preparazione dei turni di colonia centrata soprattutto attorno all'esigenza di tracciare un programma, elimina di fatto la preoccupazione primaria di definire il progetto nel quale il programma viene ad affermarsi" (Paù-Lessi, Ivan, "La colonia, il soggiorno e il centro estiva di vacanza", ed. CEMEA, Morbio Inferiore, 1990, p. 170).

 

Quindi, ad un "progetto-che-genera", il quale dovrebbe essere un tracciato essenziale quanto fondamentale, cioè la matrice di tutto quanto avviene all'interno delle strutture educative della colonia, in ogni sua componente, "si fa subentrare una sterile ricapitolazione giornaliera di un certo numero di attività, per forza di cose sconnesse, e, soprattutto, sprovviste di un preciso orientamento e obiettivo" (ibidem).

A queste condizioni non si può parlare di progetto, ma di "norme di condotta generale", o al massimo di "programma".

 

La differenza, a titolo informativo, tra programma (senza progetto) e progetto pedagogico può essere riassunta nel fatto che il programma è un insieme di attività non necessariamente coerenti l'una con l'altra, distribuito "a pioggia" durante il turno di colonia, privilegiante questo o quell'aspetto della vacanza senza fare riferimento a precise scelte metodologiche.

 

Un progetto è invece precedentemente determinato, e principalmente consiste ne promuovere lo sviluppo di un percorso precedentemente discusso e studiato quanto più nel dettaglio: progetto come "sistema di riferimento".

 

Progetto pedagogico: un po' più nei dettagli

 

Bisogna poter parlare di azione educativa, una "intention de travail traduete ed objectifs et en moyens, et s'appuyant sur un certain nombre d'idéés pour aboutir à certain résultats" (ibidem. P. 170). Il progetto pedagogico si compone quindi di alcune idee, di principi ricavati dalle scienze dell'educazione, di obiettivi sociali e pedagogici e di sotto obiettivi minimi e, infine, di una strategia pedagogica (metodi e mezzi) consequenziale, atta al perseguimento degli obiettivi precedentemente fissati, e riassunti nel progetto.

 

Risulta quindi necessario creare un solido impianto educativo, una sorta di "orizzonte di significato" condiviso da tutta l'équipe dei monitori di colonia, attraverso il quale scrivere la storia del turno di vacanza. Il lavoro dei monitori (quando tale progetto non è già stato "deciso" in precedenza dall'ente organizzatore) deve quindi muoversi nella direzione della ricerca di una comune "direzionalità", di una condivisa "intenzione", sulla quale far convergere il proprio lavoro.

 

Elementi di un progetto pedagogico

 

A cosa bisogna prestare attenzione, in fase di costituzione di un progetto pedagogico?

 

"Il progetto raggiunto collettivamente coinvolge tutti quanti, ognuno diventa attore del progetto ed esso si impone come qualche cosa, come una "vertu magique que l'on nomme responsabilisation" (ibidem., pp 173-174). Il progetto è quindi il riferimento principale (vedi: unico) al quale guardare durante la pianificazione e l'attuazione delle attività di colonia. Tale riferimento assume un'importanza così grande in quanto precedentemente discusso ed unanimemente assunto.

 

Il progetto diventa quindi un sistema di verifica dell'operato quotidiano: si opera in sintonia con i metodi e i mezzi contenuti nel progetto, o si è fuori, nell'incoerenza e nell'arbitrarietà degli atteggiamenti, delle decisioni, delle azioni.

 

Progetto come "filtro di lettura" della realtà quotidiano della colonia; progetto come sistema di valutazione, di coerenza e di sicurezza per l'équipe quanto per ognuno.

 
..
..
..
..
..
..
..

Schede correlate

Nessuna scheda correlata.
..
..