Ritorna

Condividi  

Le catene alimentari
Per fare
grandi gruppi (più di 15), piccoli gruppi (meno di 15), adolescenza (> 12 anni), All'aperto, ATTIVITÀ NATURA, famiglia (pochi giocatori), fanciullezza (6-12 anni), Giochi Natura, Per fare

Obiettivi

nozione di catena alimentare;
nutrizione degli animali;
saper rappresentare con disegni gli animali.
 

Luogo

un prato o una palestra.

 
Partecipanti

almeno 4.
 

Età

almeno 7 anni.
 

Tipologia

tranquillo.
 

Durata

almeno 20 minuti.
 

Introduzione

Il concetto di catena alimentare è più o meno insito in tutti, anche in chi è a digiuno completo di ecologia. Con il termine di catena alimentare si indicano i rapporti nutritivi tra specie e specie: un semplice esempio è una catena di mare a 4 maglie: il plancton, mangiato dai gamberi, a loro volta pasto di qualche sardina ingoiata infine da un merluzzo. In natura però non è mai tutto così semplice come nei nostri schemi, ma più che di catene alimentari si tratta di complesse reti trofiche, dove lo stesso organismo può essere pasto e nutrimento di tanti altri organismi. Per esempio uno stesso bruco può mangiare la foglia dell'acero, il fiore dei biancospino, o la gemma della quercia e può allo stesso tempo essere mangiato da un piccione, o da un merlo o da un fringuello. Il risultato e una maglia intricata. Anche in questo caso, più che una lezione teorica, e forse noiosa, su questo importante concetto ecologico, può essere d'aiuto introdurre il significato di catena alimentare con un gioco.

 

Svolgimento

E bene preparare il gioco approntando qualche lista di catene alimentari, formate da almeno 3 maglie. Si possono preparare diverse catene, riferite comunque allo stesso ambiente naturale. L'importante è che il numero di organismi implicati corrisponda ai numero totale dei partecipanti. Si preparano poi tanti bigliettini recanti il nome di un organismo, fino a coprire il nome di tutti gli organismi implicati. i bigliettini vanno piegati in quattro parti e collocati in una scatola.

I partecipanti pescano un biglietto a testa: durante il gioco dovranno impersonificare l'organismo riportato sul biglietto. Disegnano allora la pianta o animale con cui si identificano. Finiti i disegni questi vanno appiccicati sulla schiena aiutandosi con qualche pezzettino di scotch biadesivo. Quando tutti sono pronti si parte, facendo passeggiare avanti e indietro lungo un'area limitata tutti i partecipanti, in modo che tutti possano vedere l'identità dei compagni.

Poi l'animatore inizia ad avviare una serie di domande per aiutarli a formare le catene. "Questa dolce fragolina di bosco è il sicuro pasto gustoso di..." è probabile che a questa domanda il merlo, la formica e la chiocciola si mostrino interessati. Allora a ciascuno dì loro viene consegnato un filo di lana colorato tenuto nell'altra estremità dalla fragolina. Poi si potrà chiedere ad esempio a chi può interessare questa graziosa formichina: si faranno vivi altri animali, e probabilmente anche il merlo si accorgerà di non essersi saziato con la fragola ma di avere ancora un po' di languore e che quella formica, seppur così piccola, potrebbe aiutarlo a riempirsi la pancia. E così l'animatore consegna altri fili di lana colorata con cui unire la formica ai possibili commensali. Si continua così sino a completare tutte le catene possibili.

Può essere anche durante il gioco si costituiscano altre nuove catene non ipotizzate precedentemente: non c'è nessun problema, ricordiamoci che i nostri modelli saranno sempre una semplificazione di quello che in realtà avviene in natura.

Il gioco può essere concluso ipotizzando ad esempio a cosa potrebbe succedere se a causa di pesanti problemi ambientali (inquinamento delle acque di falda o piogge acide) alcune piante non riuscissero a sopravvivere. In un ecosistema dove tutto dipende da tutto, quando per qualche motivo un anello della catena viene a mancare questo si ripercuote su tutta la catena.

 

Osservazioni

Possiamo inserire anche altri elementi, fondamentali nell'ecosistema, quali il sole, la terra, l'acqua e continuare con i decompositori, i funghi, i parassiti. La rete diviene cosi sempre più complessa e intricata.

 
..
..
..
..
..
..
..

Schede correlate

Nessuna scheda correlata.
..
..