Ritorna

Condividi  

Morte a .... vita a ....
grandi gruppi (piĆ¹ di 15), adolescenza (> 12 anni), All'aperto, Con la palla, fanciullezza (6-12 anni)

Descrizione del gioco:

Le due squadre sono disposte nelle due metà campo, l'una di fronte all'altra.

La palla viene lanciata da un campo all'altro, passando al di sopra della rete o del filo che divide il rettangolo di gioco.

Il giocatore che la lancia, prima del gioco grida: "Morte a ... (es.) Gianni", oppure "Vita a ... Giuseppe", a seconda che egli desideri eliminare il giocatore avversario (Gianni) o richiamare nel gioco uno dei suoi compagni eliminato in precedenza (Giuseppe).

Se la palla è presa al volo da un giocatore della squadra avversaria, il gioco continua e questo giocatore rilancia il pallone ridando a sua volta il nome della persona che vuole salvare o uccidere.

Se la palla non viene presa, il desiderio del lanciatore è esaudito (Gianni esce oppure Giuseppe rientra in gioco).

La palla deve sempre essere rilanciata, dal punto in cui viene bloccata o cade. Se la palla cade fuori del campo o tocca la rete divisoria, perde di efficacia e passa al campo avversario, da dove viene rimessa dalla linea di fondo.

Il giocatore che esce si colloca ai bordi del campo di gioco.

 

 

Osservazioni:

A partire dai 9 - 10 anni. Massimo 20 giocatori suddivisi in due squadre. All'aperto, terreno piatto a forma rettangolare (campo di pallavolo o di pallacanestro).

Giocare per scegliere.

 
..
..
..
..
..
..
..

Schede correlate

Nessuna scheda correlata.
..
..