Ritorna

Condividi  

Raccolta di oggetti curiosi
Per fare
piccoli gruppi (meno di 15), All'aperto, ATTIVITÀ NATURA, fanciullezza (6-12 anni), Giochi Natura, Per fare

Durata

min. 1 1/2 ore.
 

Stagione

primavera;
estate;
autunno.
 

Argomento

Cercare e raccogliere piccoli elementi naturali (oggetti anche strani o divertenti) che attirano l’attenzione per forma, per colore ecc e che posso essere valorizzati attraverso un’esposizione

 

Scopo

Esercizio d'osservazione: ampliare lo spirito di osservazione abituale. Prendere coscienza della bellezza degli oggetti anche se essi sono piccolissimi e della diversità delle forme nella natura. Approccio estetico e emotivo alle forme, alle piante, agli animali, e alle loro tracce.

 

Preparazione ed organizzazione

Scelta di un angolo della foresta che presenti una vasta varietà per la raccolta di "oggetti". Preparare dei tavoli (anche banchi) sui quali esporre tali oggetti.

 

Materiale

vecchi sacchi di plastica;
piccole scatole per la raccolta;
tavoli e banchi per l'esposizione;
eventuali etichette da mettere vicino agli oggetti.
 

Procedimento

Ogni allievo sceglie un suo itinerario, anche al di fuori dei soliti sentieri e cerca degli oggetti insoliti, belli e piccoli. Per esempio: insetti, galle, foglie e frutti segnati da morsi, funghi, gemme, frutti e i loro gusci, sterco, radici, ramoscelli o foglie di forma strana, sassi coperti di muschio, intrecci fantasiosi di licheni, pezzi di corteccia, ecc. Portare questi oggetti in classe e esporli.

 

Indicazioni metodologiche

Rispettare le piante e gli animali. Far cercare a livello del terreno, sotto la corteccia e le foglie, a livello delle radici. Spesso si scoprono dei veri tesori semplicemente restando seduti o sdraiati in un posto e osservando attentamente le immediate vicinanze.

 

Interpretazione ed elaborazione

Ammirare tutti assieme l'esito della raccolta e rallegrarsene. Non tutti gli allievi sono dotati nel guardare e cercare con fantasia. Il confronto delle "prede" aiuta a sviluppare le doti di ognuno.

Dal momento in cui termina l'osservazione, inizierà la parte dei lavoro dedicata alle domande concernenti i nomi degli oggetti, la loro provenienza, la loro formazione ... Molte domande possono e devono rimanere aperte. Gli allievi devono rispondere anche aiutandosi con delle guide scientifiche.

Alla fine, riportare tutti gli animali ancora viventi nella foresta. Riservare un angolo della classe per esporre gli oggetti della natura.

 

Variante

La ricerca si effettua a squadre. Ognuna potrà cercare 10 o 15 oggetti particolari Dopo la ricerca comincia il gioco: la squadra A mostra un oggetto che ha trovato. Se la squadra B non ne ha uno simile, la prima squadra si aggiudica un punto; ma se la squadra B possiede l'oggetto in questione, é quest'ultima ad aggiudicarsi il punto.

Il gioco continua con un nuovo oggetto proposto dalla squadra che ha ottenuto l'ultimo punto, fino all'esaurimento di tutti gli oggetti.

Alla fine si contano tutti i punti ottenuti.

 
..
..
..
..
..
..
..

Schede correlate

Nessuna scheda correlata.
..
..