Ritorna

Condividi  

Tasta tu che tasto io
Per fare
grandi gruppi (più di 15), piccoli gruppi (meno di 15), adolescenza (> 12 anni), All'aperto, ATTIVITÀ NATURA, famiglia (pochi giocatori), fanciullezza (6-12 anni), Giochi Natura, infanzia (3-6 anni), Per fare

Obiettivo

imparare ad osservare tastando.
 

Luogo

ambiente naturale, ma anche al chiuso.

 

Partecipanti

almeno 4.
 

Età

da 5 anni in su.
 

Tipologia

tranquillo.
 

Durata

almeno un'ora.
 

Svolgimento

Durante una passeggiata si fanno raccogliere a ciascun partecipante 5 oggetti naturali, particolari, da mettere nei sacchetti. E' superfluo forse ricordare di raccomandarsi di non saccheggiare in nessun modo l'ambiente visitato ma di effettuare la raccolta con discrezione, senza strappare i fiori o sradicare le piantine. Può essere utile fare ai partecipanti qualche esempio di cosa e come raccogliere: un sasso, un pezzo di corteccia, un guscio di chiocciola, una foglia, una bacca ecc.

Quando si è ultimata la raccolta allora ci si ferma in un ambiente adatto, dove ci si possa sedere per terra in cerchio. Ognuno allora avrà gli occhi bendati (è sempre meglio controllare che nessuno bari e veda attraverso la benda!).

A questo punto si distribuisce ad ognuno un oggetto diverso da tastare, su cui i partecipanti soffermeranno l'attenzione per qualche minuto; eventualmente possono essere aiutati nella scoperta dalla nostra voce che li aiuta a meglio dirigere le proprie osservazioni tattili.

Quando si pensa che ognuno abbia potuto compiere le proprie osservazioni in maniera completa si dice "passare" ed ognuno passa il proprio oggetto al compagno di destra e prende quindi l'oggetto dei compagno di sinistra. E così si continua sino a che non ritorni tra le mani il primo oggetto tastato.

Allora si raccolgono gli oggetti che si rimettono al centro, mischiati con altri oggetti non tastati e si fanno sbendare i ragazzi. Poi si invitano ad identificare, senza toccarli, gli oggetti che hanno tastato. Solo se è necessario possono usare il tatto per verificare se li hanno ritrovati.

 

(LOOS, S., DELL'ACQUILA, L., "Naturalmente giocando", Edizioni Gruppo Abele).

 
..
..
..
..
..
..
..

Schede correlate

Nessuna scheda correlata.
..
..